Vai al contenuto

Piano Salva Casa: opportunità per regolarizzare gli immobili e sbloccare il mercato immobiliare

Piano Salva Casa: opportunità per regolarizzare gli immobili e sbloccare il mercato immobiliare

Hai rinunciato a vendere casa perché presenti piccole difformità? Pensi la tua casa rimarrà per sempre invenduta?

Se sul tuo immobile gravano situazioni di irregolarità non gravi, che non sono dovute né a te che ne sei proprietario né a coloro che si ripromettono di acquistare, oppure se nel tempo hai apportato delle modifiche al tuo immobile che dovresti togliere se decidessi di vendere, ti interesserà sapere che non è più necessario.
Un nuovo provvedimento faciliterà le compravendite, gli scambi e le successioni, dunque porterà giovamento al mercato immobiliare.

Non temere più! Puoi finalmente dire addio alle preoccupazioni e realizzare il tuo sogno di vendere il tuo immobile. Ti spieghiamo come in questo articolo.

Il decreto Salva Casa

Sulla Gazzetta Ufficiale del 29.05.2024 è stato pubblicato il Decreto legge c.d. Decreto Salva casa contenente misure urgenti in materia di semplificazione edilizia e urbanistica finalizzate a fornire un riscontro immediato e concreto al crescente fabbisogno abitativo.

Il Piano Salva Casa, approvato dal Consiglio dei Ministri il 24 maggio 2024, rappresenta un’importante novità per il settore immobiliare italiano.
Prefigurato come un provvedimento di “pace edilizia”, il piano mira a sanare milioni di piccoli abusi edilizi, semplificando le procedure e riducendo i costi per i cittadini.

Quando si può attuare il piano

Il Piano Salva Casa offre la possibilità di regolarizzare le difformità edilizie, con alcune precisazioni importanti:

  • La sanatoria è possibile solo se l’intervento non viola le norme di progettazione e impiantistica vigenti al momento della sua realizzazione, e se rispetta i carichi urbanistici (cioè i limiti di edificabilità) del momento in cui si presenta la domanda di sanatoria.
  • In passato, era necessario verificare il rispetto delle norme sia per il momento in cui era stato realizzato l’intervento, sia per il momento della presentazione della domanda. Il Piano Salva Casa semplifica questa procedura, richiedendo un unico controllo rispetto alle norme vigenti al momento della domanda.
  • Il Piano Salva Casa non si applica agli abusi edilizi più gravi e alle difformità totali, per i quali rimangono in vigore le norme più rigide.

In parole semplici: Il Piano Salva Casa permette di regolarizzare le piccole difformità edilizie, purché siano state realizzate nel rispetto delle norme vigenti al tempo e non violino i limiti di edificabilità attuali.

La procedura è più semplice rispetto al passato, in quanto non è più necessario un doppio controllo delle norme.

Gli abusi edilizi più gravi e le difformità totali non sono sanabili con il Piano Salva Casa.

Cosa prevede il Piano Salva Casa:

  • Regolarizzazione di piccole difformità interne: Il piano consente di sanare difformità interne agli immobili, come spostamenti di pareti, modifiche a vani e aperture, realizzazione di soppalchi, ecc., purché non comportino un aumento di volumetria o una variazione della destinazione d’uso dell’immobile.
  • Aumento delle tolleranze esecutive: Vengono ampliate le tolleranze entro cui sono ammesse difformità rispetto al progetto approvato. Per gli interventi realizzati entro il 24 maggio 2024, le tolleranze passano dal 2% al 5% a seconda della superficie dell’immobile.
  • Riduzione degli oneri amministrativi: Per dimostrare lo stato legittimo dell’immobile, sarà sufficiente presentare il titolo che ha disciplinato l’ultimo intervento edilizio, anche se in sanatoria. Le difformità sanate con il Piano Salva Casa contribuiranno a dimostrare la regolarità dell’immobile.
  • Sburocratizzazione delle procedure: Il piano semplifica le procedure per la presentazione delle domande di sanatoria e riduce i tempi per l’ottenimento dei permessi.

Vantaggi del Piano Salva Casa

  • Maggiore sicurezza per i cittadini: La regolarizzazione degli immobili abusivi facilita l’accesso ai mutui e alle polizze assicurative.
  • Sblocco del mercato immobiliare: La sanatoria delle difformità interne renderà più facile la compravendita degli immobili, favorendo la liquidità del mercato.
  • Riqualificazione del patrimonio edilizio: Il piano incentiva la ristrutturazione degli immobili, contribuendo al miglioramento del decoro urbano e all’efficientamento energetico degli edifici.

Come funziona il Piano Salva Casa

Per accedere al Piano Salva Casa, i cittadini dovranno presentare una domanda al Comune competente entro il 30 settembre 2025. La domanda dovrà essere corredata da una serie di documenti, tra cui la relazione tecnica di un professionista abilitato che attesti la sanabilità delle difformità.

Non tutte le norme del decreto, però, avranno come riferimento la data del 30 maggio. Il capitolo dedicato alle tolleranze, infatti, sarà agganciato a una data diversa, quella del 24 maggio.
Solo i lavori realizzati entro quel termine, infatti, potranno sfruttare il nuovo regime di tolleranze, più favorevole. Le tolleranze costruttive non saranno più del 2%, come adesso, ma saliranno fino al 5% e saranno parametrate alla dimensione dell’immobile.

Per le case più piccole ci saranno tolleranze più alte. Un trilocale di 100 metri quadri avrà una tolleranza del 4%, che potrà tradursi in stanze più grandi. Fino alla data del 24 maggio avranno valore anche le nuove tolleranze esecutive, che legittimano le difformità legate all’esecuzione delle opere.

Interventi interessati dalla sanatoria

Il Decreto Salva Casa introduce importanti novità per quanto riguarda le opere di edilizia libera, ovvero quelle che possono essere realizzate senza bisogno di un permesso di costruire o di una segnalazione certificata di inizio attività (SCIA).

Tra le principali novità, il decreto estende il numero di interventi che non necessitano di autorizzazione. Rientrano ora in questa categoria:

  • Verande, scalini, tende da sole e porticati: questi interventi possono essere realizzati senza bisogno di permessi, purché rispettino alcune condizioni, come la riduzione al minimo dell’impatto visivo e la coerenza con le linee architettoniche preesistenti.
  • Rimozione barriere architettoniche: l’eliminazione di ostacoli che limitano la mobilità di persone con disabilità è sempre libera.
  • Installazione di pompe di calore: è possibile installare pompe di calore con potenza fino a 12 kW senza alcuna autorizzazione.

L’emendamento renderà “abitabili” seminterrati e lavatoi, infatti verranno modificate le soglie minime dei requisiti necessari per il rilascio dell’abitabilità. Ovvero l’altezza e la superficie. La prima misura è fissata a 2,70 metri e a 2,40 per corridoi, bagni e ripostigli. La seconda deve essere attualmente pari a 28 metri quadri per un monolocale e potrebbe scendere a 20.

Attenzione: il decreto non esclude dalla sanatoria le vetrate panoramiche amovibili (Vepa), in quanto la loro conformazione crea di fatto nuovi spazi chiusi. Inoltre, rimangono soggetti a permessi o SCIA gli interventi che riguardano vincoli paesaggistici, la copertura degli edifici (se comporta oneri strutturali) e gli elementi strutturali o che superano il 5% di tolleranza.

Il momento per vendere casa è ora

Sogni da anni di vendere il tuo immobile, ma la presenza di difformità ti ha sempre frenato? Non è più tempo di aspettare! Il Piano Salva Casa rappresenta un’occasione unica per regolarizzare il tuo immobile e metterlo finalmente sul mercato.

Il mercato immobiliare vive un momento propizio, con una domanda elevata e prezzi in crescita.

Con Grandi Agenzie al tuo fianco, potrai vendere la tua casa in modo sicuro e trasparente, senza preoccupazioni.

Perchè vendere con Grandi Agenzie

In Grandi Agenzie, mettiamo al primo posto le tue esigenze e quelle del tuo immobile. Operiamo con professionalità, competenza e passione, garantendoti un servizio impeccabile in ogni fase della vendita.

Contattaci subito per una consulenza gratuita e senza impegno! Insieme, troveremo la soluzione migliore per vendere la tua casa alle migliori condizioni e realizzare il tuo sogno.

Non perdere questa occasione unica!

Rossella Bolzi agente immobiliare in grandi agenzie

Rossella Bolzi
Agente Immobiliare Grandi Agenzie
W: bolzi.grandiagenzie.it
M: bolzi@grandiagenzie.it
T: 3477158166

× How can I help you?